L’Uomo nella scatola 00000101


gatto-nero-pantera
Parte sesta
-seconda stesura-596

E’ probabile che vi stiate chiedendo, a questo punto, se io non sia un gatto schizzofrenico o uno a cui piace saltare da una parte all’altra della storia solo per il gusto di confondere la testa a chi legge. La risposta è in parte si e in parte no. E’ vero che ho una certa propensione per la cinematografia ed è probabile che porti parte di questa nel racconto. La risposta però non riguarda questo aspetto ma piuttosto la storia stessa e il mio essere gatto. La storia costringe, in qualche modo, a spezzettarla per renderla più comprensibile ve lo assicuro e per quanto riguarda il mio essere gatto, vi invito a prenotare fin da ora una copia della mia Biografia in prossima uscita nelle migliori librerie di Troilly. Solo a Troilly? Suppongo di si, ma questa potrebbe essere l’occasione giusta per un viaggetto fino a qui, in questo bel paesino noir, posto su una ampia collina vicino al Mare del nord.
Ecco, credevo fosse corretto dare un minimo di spiegazione e spero che sia sufficiente a permettervi di avere la pazienza necessaria, soprattutto all’inizio, di continuare a seguirmi. Non posso promettere a tutti che alla fine non la consideriate solo una perdita di tempo, ma, in tutti i modi, visto come impiegate male il vostro tempo voi umani, dal mio punto di vista, può solo giovarvi.
Detto questo, ora posso spiegarvi perchè ho raccontato la storia del Mikado giapponese, o lo Shangai cinese, e perchè l’abbia inserita ora nel racconto. In realtà questo piccolo squarcio di vita quotidiana, di questa famiglia a due, ha molta importanza. Io almeno la considero molto importante, ed essendo in fondo quello che la storia la racconta, mi son preso la libertà di inserirla, e farlo a questo punto. Il caro Bi-Gio non la conosce per ora, non vi ha ne preso parte, ne assistito. Ma ben presto anche per lui sarà molto importante, forse abbastanza da cambiargli la vita. Io lo so, e ora lo sapete anche voi.
Avete forse notato un aspetto di Bi-Gio. E’ molto attaccato alle macchine, o meglio, è molto attaccato agli elaboratori elettronici, in grado secondo lui, potendo elaborare un quantità di dati praticamente infinita (almeno quelli che possiede lui), di risolvere qualunque problema o quesito posto.
Due elementi però sono contro il povero Bi-Gio: Il primo, e se ne conto in modo evidente anche lui, riguarda il fatto che l’elaboratore fornisce una risposta vicino alla soluzione tanto più dati di base vengono immessi; ora, più il problema è complesso, maggiori sono il numero di dati e variabili necessari da immettere. Arrivando ad avere una quantità praticamente infinita di possibili dati e variabili iniziali e anche prevedibile che la risposta ottenuta si una delle infinite risposte fornibili dall’elaboratore. Il secondo elemento, a mio parere più importante, è l’imprevedibilità, la variabile Caso, onnipresente, anche in una semplice domanda-riposta, causa-effetto, uno a uno.
Il Mikado probabilmente può far comprendere meglio l'”aspetto Caso” a Bi-Gio, spero però che non si fermi li, ma vada oltre, altrimenti l’aridità che ha nel suo cuore non se andrà e io, come suo gatto, ne soffrirei.
Ora vado a fare un pisolino, se più tardi ci siete, ricomincierò a raccontarvi la storia.
Scopriremo come e in che occasione il Mikado e Bi-Gio si incontreranno e ve lo racconterò, appunto, come più reputerò meglio.
P.S.
Quasi dimenticavo: Oggi è il mio compleanno! Auguri gatto! Che io possa sempre attraversare sano e salvo la strada e che quelli che incroceranno il mio cammino ne ottengano solo fortuna! … e poi a me il nero piace.

Annunci

2 thoughts on “L’Uomo nella scatola 00000101

  1. andrea ha detto:

    Sono arrivato sino qui leggendo tutt’e sei le parti di seguito. Significa che sei riuscito a incuriosirmi … mi piace il genere di scrittura che usi. Domani proseguo

  2. enderrender ha detto:

    grazie, io invece ogni volta che rileggo quello che ho scritto, magari il giorno dopo, rimango deluso. Vabbè posso sempre contare su una seconda stesura, una terza stesura, una …..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: