Archivio mensile:luglio 2014

Messaggio nella bottiglia

Abbiamo tutti il culo un pò pesante a quanto pare.
Per fortuna i pensieri sono leggeri e nei miei c’è un bel casino di cose e di persone, di sentimenti e a volte, troppo poco spesso purtroppo, di vuoto.
Sono stato molto triste perché qualcuno a cui volevo bene è morto, come ogni volta questo accade.
Bisognerebbe solo scrollarsi di dosso questa apatia routinaria, questo telo grigio che ci è caduto addosso e che ci impedisce di respirare.
Comunicare. Parlare. Dirsi le cose.
Ti amo, ti voglio bene, sei sempre un pò nei miei pensieri. Magari dirsele prima che l’altro muoia.
Stavolta però ho scoperto anche la gioia di ricordarmi che ci sono altre persone vive a cui voler bene.
Ho anche pensato che ero contento di sapere che qualcosina di ciascuna persona che lascia questa terra (spero utile) rimane a noi e alle generazioni a venire, un messaggio nella bottiglia, diciamo.
E da questo punto di vista un motivo in più per essere contentissimo di essere papà.
Una cosa che posso fare per lui, per questa persona che non c’è più, potrebbe essere quella di raccontare chi era ai miei figli e di dirgli perché fosse importante per me.
Si, penso che lo farò.

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio