Il viaggio


Ho avuto ora la conferma delle sensazioni che avevo da ragazzo quando viaggiavo. Ho scoperto che il vero “viaggio” verso terre e genti sconosciute e quello che mi permette di viaggiare anche dentro me stesso.

Promemoria.
Al tal fine ho capito che devo:

  • non pianificare nulla
  • accettare quello che viene
  • non forzare le situazioni
  • sforzarmi di prendere il posto di chi mi è davanti
  • ascoltare
  • prendersi tempo
  • avere tempo
  • non prendermi mai troppo sul serio
  • ascoltare le sensazioni fisiche di malessere, benessere
  • accettare le sensazioni positive, rigettando quelle negative: ponendovi fine, evitandole. o al limite, sforzandomi di ignorarle.

… (segue)

 

Annunci
Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: