Archivio mensile:maggio 2015

Non ci capisco nulla

imbiancareE’ da qualche giorno che mi sto … spezzando? la schiena. Ho deciso di fumare meno. Ho anche visto veramente la mia stanza. Uno schifo assoluto. Su un tappeto, per terra, di cenere e mozziconi di sigaretta un tavolo di simil-legno appoggiato in modo precario su due trespoli, sopportava il peso di due PC, due monitor, tre tastiere, tre mouse, quattro portaceneri pieni fino all’orlo, 6 tazzine e tazze di varie dimensioni con il fondo nero di caffè rappreso sul quale, come torri, conficcate, mozziconi di sigaretta puntavano il loro dito verso di me. Attorno alla tastiera, cenere, mozziconi, cartine, pipe, sigaretta elettronica, una miriadi di fogli con appunti indecifrabili scritti da un me sconosciuto, scatole piene e scatole vuote, lampade da tavolo non funzionanti e una montagna di pensieri inutili. Ho deciso di fare pulizia, intanto fuori di me. Ho deciso di fare. Ho deciso di imbiancare la stanza e magari lasciare tre su quattro pareti di un colore diverso: verde. Verde chiaro e scuro. Ora fumo solo fuori alla finestra diminuendo cosi il numero di sigarette quotidiane a meno della metà. E’ un inizio. E’ un cambio, un fare qualcosa, qualsiasi cosa ti venga in mente, ma farla, farla sul serio. Almeno una volta. Poi ci potrei prendere anche gusto.

Annunci

La perfezione non è di nostra competenza

Per quanto tutto me stesso, malgrado me, dall’unghia dei piedi all’ultimo capello rimastomi, tenda invariabilmente al volo, c’è qualcosa, un ancora di pietra, che mi lega al suolo.

Per quanti salta io compia altrettante ricadute si abbattono invariabilmente su di me.

Un flagello costante si abbatte sul mio cristallo, incrinandolo giorno per giorno, costantemente, masochisticamente e leggermente cinicamente.

Eppure, a volte, inspiegabilmente, a occhi chiusi, compio un balzo, con chi mi sta vicino, con chi mi sta a cuore. Dono qualcosa di me e donandolo provo amore. Un amore caldo, nostalgico, misterioso, segreto, avvolgente, saudente, purificante, vuoto, silenzioso.

E colgo, seppur per un attimo, la vera essenza del tutto.

Il solo ricordo mi provoca calore.

E’ confortante.

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio