Archivio mensile:luglio 2015

Parole in libertà: Buzz Bazz Binox

Buzz Bazz Binox Enderiga genetica Più dascio che pescio Automa Andonoxic Pisellemo Antipatria Urg Argh Pozz Buzz Bazz Binox Usterma findarca Ottoma Bazzarca PoffUff Uffa Afa Pozza Dritto Dito Piramide Sole Vento Gin Tonic Palazzo Piano Tavolo Sedia Bicchiere Discussione Apatia Simpatia Ammazza che ti passa Saltelli Piccoli Veloci Rapidi Velociraptor Divorare Gola Viscido Urlo Buio Vicolo Violenza Sonnolenza Timore Sogno Avverarsi Presto Svelto Click Ops Fanculo Cacca secca Mosca Fastidio Caldo Umido Appiccicoso Sensuale Carnale Lento Veloce Profondo Interno Forte Delicato Grasso Burro Unto Salute Vegetali Carne rossa Sangue Carnalità Bestiale Scultura Vaso New York Andy Warhol Graffiti Metropoli Spremuta Frutta Acqua Freddo Ghiaccio Buzz Bazz Binox Enderiga genetica Più dascio che pescio Automa Andonoxic Pisellemo Antipatria Urg Argh Pozz Buzz Bazz Binox Usterma findarca Ottoma Bazzarca PoffUff Uffa Buzz Bazz Binox Enderiga genetica Più dascio che pescio Automa Andonoxic Pisellemo Antipatria Urg Argh Pozz Buzz Bazz Binox Usterma findarca Ottoma Bazzarca PoffUff Uffa Afa Pozza Dritto Dito Piramide Sole Vento Gin Tonic Palazzo Piano Tavolo Sedia Bicchiere Discussione Apatia Simpatia Ammazza che ti passa Saltelli Piccoli Veloci Rapidi Velociraptor Divorare Gola Viscido Urlo Buio Vicolo Violenza Sonnolenza Timore Sogno Avverarsi Presto Svelto Click Ops Fanculo Cacca secca Mosca Fastidio Caldo Umido Appiccicoso Sensuale Carnale Lento Veloce Profondo Interno Forte Delicato Grasso Burro Unto Salute Vegetali Carne rossa Sangue Carnalità Bestiale Scultura Vaso New York Andy Warhol Graffiti Metropoli Spremuta Frutta Acqua Freddo Ghiaccio Buzz Bazz Binox Enderiga genetica Più dascio che pescio Automa Andonoxic Pisellemo Antipatria Urg Argh Pozz Buzz Bazz Binox Usterma findarca Ottoma Bazzarca PoffUff Uffa

Una sera sul lago

Stavo remando dolcemente, gustandomi la luna e le nuvole nel cielo, il dolce suono dell’acqua colpita dai remi e illuna lago suo profilo.
“Forse potresti tirare i remi in barca”, mi disse, girando dolcemente il suo viso verso di me.”Potremmo semplicemente farci trasportare dalla corrente, vedere dove ci porta”. Il suo sorriso illuminava lo spazio tra noi due.
“Scusa?”
“Ho detto che forse non c’è più bisogno di remare. Il nostro contributo l’abbiamo dato”.
“Il nostro contributo?”, ad un tratto non capivo più, ne dove fossi, ne con chi fossi.
“Fai finta di non capire, ma hai capito benissimo.”
“A dire la verità era proprio quello che non volevo fare stasera: pensare”, risposi, distogliendo per un attimo lo sguardo da lei.
La luna era quasi piena. Un segno? Forse si, anzi a persarci bene tutto tornava. Tutto combaciava alla perfezione. Sarebbe stato da pazzi non accorgersene.

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio