Archivio mensile:agosto 2015

Immigrati dallo spazio

E’ delle ultime ora la notizia che un ufo grande circa 213.000 kq, nei pressi del sole, ha contattato molte autorità terrestri chiedendo asilo politico per i suoi 2 milioni di alieni ibernati.. La comunità europea si è mossa subito garantendo la piena cooperazione ma ribadendo che nella situazione attuale, putroppo, non sarà possibile accogliere più di qualche centinaio di alieni. Mentre ai piani alti si continua a discutere al riguardo, con bracci di ferro tra i vari paesi sulle quote di alieni da assegnare a ciascun paese, sono state già state soccorse dalla compagnia Ryanair numerose navette spaziali provenienti dall’astronave madre stipate di alieni appena svegliati, senza aver fatto colazione, tutti verdi per il terribile viaggio intergalattico e dirette in Italia, più precisamente in Padania. Riportiamo in esclusiva una intervista strappata ad una aliena con figli appena sbarcata in Padania (per motivi di privacy la chiameremo semplicemente aliena):
Giornalista: “Cosa vi ha spinto ad intraprendere un viaggio cosi lungo, a lasciare le vostre case per venire sulla Terra?”
Aliena: “Siamo scappati dalla guerra, sul nostro pianeta non esiste più nemmeno un angolo sicuro ormai.”
Giornalista: “Capisco, ma perchè proprio la terra?”
Aliena: “Era il pieneta più vicino”
Giornalista: “Perchè proprio la Padania?”
Aliena: “Perchè è piatta. E’ un ottimo posto per atterrare.”
Giornalista: “Uhm, capisco.”
Continueremo a seguire e saremo pronti ad informarvi con tempestività riguardo gli sviluppi di questa nuova emergenza alienitaria.
Stay Tuned!

Contrassegnato da tag ,

Animali da compagnia

Il cane e il gatto.
Amo i gatti, mi piacciono i cani, ma preferisco mia moglie.
Qualche sera fà sono andato a cena fuori, con mia moglie appunto, per festeggiare una buona notizia.
Un ristorantino all’aperto, carino e poco costoso.
Pur essendo un fumatore incallito mi sono astenuto dal fumare per rispetto delle persone attorno e consapevole del fastidio che può procurare il fumo a chi sta mangiando.
La stessa sensibilità non sembra esserci per i padroni dei cani che possono tranquillamente tenere il loro amicone a quattro zampe e farlo gironzolare attorno al loro tavolo.
Ora, mia moglie è allergica a quasi tutto (forse anche a me) e soffre particolarmente per i peli di cani, gatti, ecc. Per lei è stato un inferno.
Avremmo potuto cambiare tavolo, ma per l’appunto il cane in questione non era solo, sembrava in effetti di stare in un canile. A metà cena siamo dovuti scappare via. La prossima volta, ci siamo detti, forse meglio un locale al chiuso, sperando che almeno li ci sia una regola che impedisca l’accesso agli animali.
Questa regola non c’è. Mi sono informato e riporto:
Il Ministero della Salute, con propria ordinanza del 6 agosto 2013 ha ribadito che, tra l’altro, si deve condurre l’animale con guinzaglio e dotarlo di museruola (per gli altri animali occorre il trasportino), ma, fermo tale obbligo, il cane (o il gatto) può seguire il proprio padrone in ogni pubblico esercizio. Questo perché la legge n. 320/54 in materia di polizia veterinaria nulla prescrive in contrario e perché il Reg. CE 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari vieta l’ingresso solo ai luoghi ove vengono preparati o conservati cibi (come i supermercati e non quindi, dove vengono consumati o serviti al pubblico).
Ma mondo cane!

Contrassegnato da tag , ,

La comicità ci circonda!

mela verme“Che poi, c’è in natura qualcosa di realmente comico a parte la stupidità di mio zio Sergio? Mio zio Sergio aveva la mania di predicare l’umiltà ammettendo di essere il primo ad avere tantissimi difetti, ma alla domanda di elencarli non riuscì mai ad andare oltre il punto 1) A volte dimentico gli occhiali.” (cit.)
La Apple, ha appena lanciato sul mercato (beccando in pieno una anziana signora) la sua nuova creazione: gli occhiali Com.Ici.Tà 2.0. Tale dispositivo a detta di molti esperti rivoluzionerà la vita di milioni di persone, permettendo a tutti quelli che ne faranno uso di percepire l’aspetto comico di quello che ci circonda. Questo dovrebbe, a detta sempre degli stessi molti, migliorare sensibilmente la vita delle persone, aumentandone tra l’altro la produttività. La Apple che ha reso disponibile le lenti a tutti i suoi dipendenti, ha annunciato un considerevole aumento della produttività dovuto appunto al migliore e più positivo approccio alla vita. Io sono corso a comprarli e nell’attesa che questa rivoluzione annunciata si verifichi davvero, sono andato a farmi un giro in città. E’ stato comico. Vi consiglio di provarli. Magari visto il prezzo, ancora eccessivamente alto, aspettate che se li compri un vostro facoltoso amico e poi fateveli prestare per un giorno. Non ve ne pentirete.

Beepy Toy’s song

Questa è la storia di Beepy Toy.
Beeby Toy non è maschio.
Beeby Toy non è femmina.
Beeby Toy non va a sinistra
Beeby Toy non va a destra e nemmeno al centro.
Beepy Toy semplicemente non va, rimane la.
Beeby Toy non sa.
Beeby Toy non vuole ascoltare.
Beeby Toy non vuole vedere.
Beeby Toy non crede ai profeti
Beeby Toy non crede alla realtà perchè la realtà non crede in lui.
Questa è la storia di Beepy Toy.
Questa è la storia di Beepy Toy.
Questa è la storia di Beepy Toy.
Beepy Toy è bello.
Beepy Toy è sincero.
Beepy Toy è un duro.
Beepy Toy è sicuro di se perchè non crede al futuro.
Beepy Toy sta bene con se stesso
E gli altri stanno bene con Beepy Toy.
Perchè Beepy Toy non chiede.
Beeby Toy non vuole ascoltare.
Beeby Toy non vuole vedere.
Beeby Toy non crede ai profeti.
Beeby Toy è Beeby Toy.
Questa è la storia di Beepy Toy.
Questa è la storia di Beepy Toy.
Questa è la storia di Beepy Toy.

Dio come Me

Un motorino nel mezzo della strada, con una grassona sopra, gemita e grugnisce, ansimando a zig zag.
Io, dietro, che bestemmio.
Quattro, tra ragazzi e ragazze che si siedono di fronte a me nella tranvia, estraendo contemporaneamente quatto i-phone.
Io di fronte che bestemmio.
Un uomo che piange in una scatola di cartone chiedendo l’elemosina e dopo poco se ne và ripiegando il cartone.
Io che bestemmio.
Io che piango
Dio di fronte a me che bestemmia.

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio