Le tecnologia portatile


metropolitana-telefoni-cell
Stamani, guardandomi intorno, nei vari momenti che accompagnano il mio viaggio da casa verso il lavoro, il solito spettacolo deprimente di zombi con il cervello ormai fuso da tutta questa tecnologia portatile mi stava trasportando, verso l’isola della tristezza cosmica. Improvvisamente però, come un illuminazione, è nato in me un pensiero consolatorio:
Ho pensato che, se non altro, questa evidente manifestazione mi permettava di scremare da subito e con una precisione del 99% le persone per le quali non posso avere nessun feeling ed è quindi meglio evitare per non perdere tempo inutilmente.E’ già qualcosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L'assassino è il maggiordomo?

Solo se è davvero fidato

Always Level Up!

Barba, Videogiochi, Cultura Pop, Politica e LGBTQ

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Cosa vuoi fare da grande?

Il futurometro non nuoce alla salute dei vostri bambini

FarOVale

Hearts on Earth

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: